IL RITORNO…

Ed eccomi qui…

Non so quanto tempo sia realmente passato dall’ultimo post.

Forse era giugno 2013…e da quel momento, sono trascorse tante cose.

L’imprevedibilità della vita e il suo continuo tram tram, mi ha regalato gioie e dolori, attimi di completa euforia…traguardi lavorativi molto felici, e in altri casi un po’ meno.

Di sicuro, io che vivo attorno la musica, in questo periodo sono stato molto felice di poter essere presente all’uscita del nuovo album dei Pink Floyd…The Endless River.

(ho allegato una traccia al post)

Volete sapere adesso come mi sento?

Come mi sento in questo periodo, per essere più preciso.

Ebbene, la foto della copertina dei Pink Floyd è una chiara trasposizione del mio assetto mentale…Vi lascio a guardarla.

QUALCOSA

Di lei mi piaceva il labbro inferiore…Oltre che ad una miriade di altre cose…Ma il labbro, rimaneva il mio preferito.Era morbido….M piaceva quando aveva la bocca semi-aperta, assumeva una posizione davvero dolce.Il viso rilassato, come quella di una bambina, ingenua e dolce. (come già detto)L’ho conosciuta per caso.Era un venerdì, di quelli piovosi…di quelli di Gennaio…col freddissimo sulle guance.Una di quelle sere che, potevi anche rimanere a casa, senza aver il rimorso di esserti perso qualcosa per colpa del tuo divano…o dei tuoi riscaldamenti troppo accesi.L’ho conosciuta così…per errore.”Eh….io lavoro fuori città, vengo soltanto il venerdì per poi andarmene la domenica sera o al massimo il lunedì mattina….se c’e’ qualcosa che m trattiene!”Volevo essere quel “qualcosa”!A tutti i costi…in tutti i modi.Certe volte cerchi di immaginare come possa essere fare l’amore con una persona…possibili espressioni sul viso…parole pronunciate da quelle labbra durante le palpitazioni.Avevo sbagliato tutto.Avevo immaginato tutt’altro scenario…Era quello che pensavo non appena finimmo di finire l’amore…Lei aveva la sua faccia appoggiata sul mio petto…con la fronte sudata e il fiato corto.Ricordo anche i suoi capelli scombinati che arrivavano sulle mie labbra…che profumo!Ricordo che, in quel momento pensavo e riflettevo che….forse….avevo trovato la mia anima gemella. Non m era mai capitato di fare l’amore come con lei.Qualcosa voleva pur significare!E nell’aria ancora il suo profumo, dolce, caldo e morbido….come quella sera.Quella sera, che sembra proprio ieri…Mi piaceva baciarla, perché aveva sempre le labbra caldissime…Perché m sembrava di baciare una zolletta di zucchero….aveva sempre il sapore dolce…Ero e forse sono stato per un breve istante quel “qualcosa”.Quel “qualcosa” che la mattina del lunedì la faceva andare via, oppure quel “qualcosa” che mi permetteva di andarla a trovare a chilometri di distanza e dormire da lei…Perché in fin dei conti…era così.Un “qualcosa” che doveva essere divorato, vissuto con tutti i secondi necessari, con il profumo che ti rimaneva sulle labbra, perché alla fine, dopo qualche giorno sarebbe andata via…

BRIGHT CRYSTAL

In quei giorni pioveva a dirotto senza sosta.Le giornate erano grigie…cupe, con una fievole luce e non si riusciva a vedere il tramonto.Ma sopra le nuvole il sole splendeva.Lassù…lui si vede sempre.Ricordo quella volta che mi trovavo nella pista dell’aeroporto e nel momento del decollo a terra era già tramontato il sole.Una volta che salimmo con l’aereo, al di là delle nuvole vidi dal finestrino che ancora era giorno.Cazzo….che figata.A terra già scuro…e a 11.000 metri ancora giorno…Quella era una cosa che m sarebbe rimasta impressa nella mente per tutta la vita.Mentre pensavo a ciò, m squillò il cellulare…”Dani…a che ora posso venire stasera?”Era il messaggio che aspettavo…che desideravo da giorni, di qualcosa che volevo e che negli ultimi giorni ormai sentivo accadere.E’ sempre strana la sensazione che si prova quando sai che una persona ti vuole…che quella persona vuol fare l’amore con te. E’ una sensazione particolare.Gusti ogni attimo…senti il profumo nell’aria, senti la goccia di sudore fredda che ti scende sulla schiena…senti, che accadrà…che è arrivato il momento.E quello era il giorno.Il destino avevo scelto un giorno piovoso…con il rumore della pioggia sbattere sull’inferriata del balcone…con i riscaldamenti necessariamente da accendere.Ero nervoso…lo volevo con tutto me stesso…e stava accadendo.Da li a poco sarebbe arrivata.E’ tutto in ordine?E’ tutto pulito?!Il bagno è in ordine?Non si sa mai…quello deve essere sempre pulito…specialmente se hai in casa una donna.Ero in preda al panico.Casa mia, che negli ultimi giorni era diventato il mio rifugio, adesso doveva essere ospitante per una donna.Panico totale…”Accendo i termosifoni?!””Nono…per ora riscaldo solo il soggiorno…poi casomai se decidiamo di dormire in camera da letto li accendo…”Monologhi interiori davvero complessi.In effetti, quando stai con una persona non ti fai tutte queste domande…perché sei più a tuo agio.Ma quando, hai da stare con una persona per la prima volta…lì iniziano i problemi…devi essere pronto a tutto.C’e’ chi crede che noi uomini siamo strafottenti…può darsi, ma io su certe cose nn transigo.Continuavo a girare per casa, sperando di aver sistemato tutto….fumando una sigaretta qua e la.”Sono quasi arrivata”….sms”Mangiamo adesso o dopo?”…altro sms”Mi apri o suono?…sono sotto”.Il momento tanto atteso era arrivato…Quando ho aperto la porta ho sentito subito il suo profumo.Era davvero bella.Senza trucco.Con i capelli sciolti.Era come m piaceva.Come quella volta che l’ho conosciuta…Aveva il sorrisino che m avevo conquistato, quel sorrisino che m piaceva quando staccavo la mia bocca dalla sua e sorrideva insieme a me…Entrò…aveva riempito casa mia piena del suo profumo.Me ne accorsi perché andando in cucina e ritornando m ero chiaramente accorto che aveva lasciato la scia.Quanto era buono il suo profumo…Mi piaceva quando m rimaneva addosso.Perché nn m dava fastidio.Era dolce e leggero.Lei era ” Bright Crystal”…

LAVA VIA

Piove…eccome!Mi trovo con lo sguardo verso la finestra nel mio salotto.Dai vetri scorgo il vento e la forza della pioggia sbattere sul l’albero difronte la finestra.Siiii cazzo….spacca tutto!Spazza via ogni residuo.Sai, c’è sempre nascosto in ogni dove!Imperterrito non cessa da giorni sto maltempo.Sta lavando via tutto….Tiro una boccata alla sigaretta, mentre scorgo il mio volto rifratto sul vetro color blu-magenta scaturito dalla piantana accesa.Ci sono delle parole che frullano nella mia mente “il nostro angelo custode anche stavolta ci ha fatto un regalo, e’ venuto in nostro aiuto…”Sembra quasi una favoletta per bambini…Altra boccata…Folata di vento fortissima…C’è proprio maltempo.Ma io sono qui, dietro la finestra, al calduccio.Rimango a guardare ed aspettare.Perché prima o poi finirà ed io sarò qui…asciutto.Ho imparato col tempo, a capire cosa voglia dire ogni raffica di vento, ogni goccia, ogni scossone…Per adesso e’ tutto concentrato alla fase “lava via”…Lava lava, portati tutto via.Io sono qui a guardare.Presto finirà, e sarà stato portato via tutto.

ODIO TUTTO.

Che giornata del cazzo.Non me ne capitava una così da parecchio.In questi giorni sta piovendo a dirotto.Senza sosta.Sembra quasi per lavare via tutto.Fa freddo…gelido.Il cielo ha un colore…così….mmmm tipo freddo.E’ tutto freddo.E’ una sensazione davvero strana.Forse non ci erò più abituato.Capita.Purtroppo.Lo so, dovrei cercare di stare più tranquillo…sereno.Ma nn ci riesco!Come cazzo si fa?!Già odio tutto…

BROKEN LAND – THE ADVENTURES

Questa è la canzone di stasera, una delle mie preferite:BROKEN LAND degli ADVENTURES.E’ una delle mie canzoni preferite. Lontano 1988.Ogni volta che ascolto questa canzone m sento bene…o per meglio dire m regalo delle sensazioni piacevoli.Oggi sono stato fuori casa fino a poco fà.Stranamente, oggi ho scelto di non andare in onda.So che qualcuno ci sarà rimasto male, ma oggi credetemi….non avevo voglia di ridere e neppure di far ridere.Giornata strana…Meglio fumarmici su una sigaretta…e ascoltare nel frattempo questa canzone.Sono stirato sul mio divano blu…e osservo la tv muta con le sue immagini.Ho voglia di staccare tutto…fino a data da destinarsi.

LA STELLINA E… (inciso)

Ho scritto questo post nell’agosto del 2009.Sono passate davvero tantissime cose.Ma alle volte, guardando indietro mi sono accorto che forse, sono rimasto lo stesso.Oggi, avevo bisogno di incidere qualcosa.Alla fine, mi sono armato di coraggio…ed eccola qui:BUON ASCOLTO

BRIVIDI

Ho sempre scritto storie e attimi passati nella mia mente…Situazioni inconciliabili, pressoché inesistenti…frutto delle mie voglie, delle mie impressioni, nascoste alle volte nelle parti più remote di me…O semplicemente erano pura verità…chissà!Nel corso degli anni, del tempo passato a leggere qui m avete chiesto se era tutto vero, se era stato tutto realmente vissuto, soprattutto con quello che raccontavo dei miei attimi intimi…E puntualmente rispondevo con un sorriso e un semplice “mah…chissà”.Anche questa volta voglio lasciarvi col dubbio…Adoravo la sensazione che provavo quando stavo insieme a lei. Continuavo a ripetere sempre dentro la mia mente la frase: “miraccomando, gustati ogni attimo quando sarai con lei”.E ogni volta, era ogni attimo, ogni respiro, ogni battito di ciglia, da vivere come se fosse l’ultima cosa che avrei fatto.Era, certe volte, la cosa più vissuta delle mie giornate che passavano così, veloci e indefinite, in quelle giornate d’inverno.Quel pomeriggio fuori faceva davvero freddo. Aveva smesso di piovere.Mi trovavo sul divano, con le gambe distese sul tavolino e la tv sui cartoni. Pomeriggio dedicato interamente a Griffin e Simpsons.Cos’altro volere di più?Arrivò come un tuono a ciel sereno il suo sms. “Ho litigato con mia madre…stasera dormo da te!”Uffa…il mio pomeriggio cartoni era perduto…Adoravo il suo pigiama e i calzettoni. Adoravo che lei fosse bella anche senza un filo di trucco…così, anche col pigiamone.In effetti poche cose m dispiacevano di lei.Appena ricomincio’ a piovere, arrivò lo squillo del citofono.Aveva un berretto e i capelli che uscivano da esso erano inzuppati.Le diedi un bacio e le dissi: “ok ok prendo il phon così ti asciughi i capelli”.Io non so, ma lei m prendeva sempre alla sprovvista. Mi diede un bacio e guardando i miei occhi m disse: “e se c baciassimo fuori? Piove fortissimo e ho voglia di assaggiare le tue labbra con la pioggia”.Presi il cellulare e lo posai sul tavolo del corridoio, lasciai anche il portafoglio.Vi siete mai baciati sotto la pioggia? Mentre senti freddo e l’unica cosa calda che senti e’ la sua lingua!?Mai provata questa sensazione!?Non avete provato brividi!?Inviato da iPhone

UN ANGELO DISTESO AL SOLE

In questi giorni questa canzone sta suonando come colonna sonora dei miei momenti.Volevo postarla qui….buon ascolto.Non chiedi libertà lo sai non son o io a incatenarti qua il sentimento va già libero da se tu quanto amore dai? in cambio niente vuoi nell’ attimo in cui sei purezza e fedeltà davanti agli occhi miei Ma tu chi sei? Ci credi che non lo so dire? Un angelo disteso al sole che è caduto qua, nuda verità e fa l’ amore anche l’anima! Ma tu chi sei? Il cielo ti ha lasciato andare! un angelo disteso al sole la natura che si manifesta in te e in tutto quello che tu sfiori E adesso che mi vuoi non devi fare niente che non vuoi il cuore non ci sta in una scatola e tantomeno noi Ma tu chi sei? Ci credi che non lo so dire? Un angelo disteso al sole che è caduto qua, nuda verità e fa l’ amore anche l’anima! Ma tu chi sei? Il cielo ti ha lasciato andare! un angelo disteso al sole la natura che si manifesta in te e in tutto quello che tu sfiori.. che tu sfiori.. Ma tu chi sei? Ci credi che non lo so dire? Un angelo disteso al sole che è caduto qua, nuda verità e fa l’ amore anche l’anima! Ma tu chi sei? Il cielo ti ha lasciato andare! un angelo disteso al sole la natura che si manifesta in te e in tutto quello che tu sfiori.. che tu sfiori..